Statuto

La nascita dell’Associazione è ispirata dal percorso di malattia e di sofferenza di Francesco, morto a tre anni e mezzo per una forma di tumore cerebrale e dalla consapevolezza nata da questa esperienza nei genitori e negli amici che hanno seguito la vicenda.

Ogni intervento, per qualsiasi bisogno, sarà ispirato dalla convinzione che anche i bambini necessitano di rispetto e di comprensione perché lʼunicità e l’irripetibilità del destino di ognuno comincia sin dal primo alito di vita.

La volontà dell’Associazione sarà quella di accompagnarli nel loro cammino, donando loro la possibilità di esprimersi al meglio, sapendo che ogni bimbo, per crescere sano, necessita soprattutto di amore. E’ con amore che é possibile rispondere a qualsiasi bisogno, percorrere con loro tratti di strada, rispettando il loro destino e la loro personalità. La visione della vita come possibilità di miglioramento e sviluppo, sia corporeo che spirituale, si associa ad una visione della morte non come fine di tutto, come la parola fine ad una rappresentazione unica, ma come una porta che si apre in dimensioni diverse, non conosciute, ma non per questo solo ed unicamente evento drammatico. L’Associazione si pone lo scopo anche di portare parole nuove, diverse prospettive nella concezione della malattia, vista non come un castigo, ma un avvertimento del corpo, una possibilità di cambiamento, di miglioramento.

II percorso della vita di Francesco, così breve e così intenso, ha solcato una strada nelle nostre vite e questo ci porta a porgere le nostre braccia e il nostro cuore per altri bambini che vivono situazioni di disagio o malattia e delle loro famiglie, per offrire e condividere un’esperienza che può essere sì di sofferenza, ma che, come abbiamo sperimentato, è anche di fiducia e di speranza.

Quello che ci sta a cuore è la qualità della vita dei bambini che vivono la malattia; laddove non siano più possibili interventi sanitari ufficiali, desideriamo portare nuovi approcci terapeutici, percorsi diversi che garantiscano il rispetto e la dignità della vita unitamente al sostegno necessario alle famiglie, affinché tutto, anche i momenti più duri, siano supportati adeguatamente.

Dietro ad ogni vita c’e un disegno e questo disegno ha un senso che, come esseri umani, difficilmente riusciamo ad afferrare, spesso dobbiamo solo accettare. Si può stare accanto a chi soffre cercando di non far pesare il nostro dolore, sforzandosi di dare sempre il meglio di sé.

Questa premessa è parte integrante ed inscindibile del presente Statuto.

Statuto