Sostegno a distanza

Povertà, mortalità infantile, decessi post parto sono le caratteristiche, o meglio, i drammi di questo piccolo paese dellʼAfrica. Lʼabbandono dei piccoli orfani è la conseguenza di una realtà di povertà e mancanza di assistenza a chi è in difficoltà. Bambini che rimangono orfani, o abbandonati subito dopo la nascita, vengono inseriti in orfanotrofi o strutture di accoglienza. Nella maggior parte dei casi, lʼabbandono è dovuto al fatto che i familiari non sono in grado di garantire il mantenimento e la vita stessa di un bambino che ha perduto la mamma a causa della povertà e dellʼignoranza in ambito igienico-sanitario. A questo si sommano le credenze tribali che spesso vedono nel piccolo la causa di disgrazie allʼinterno della comunità, o addirittura lo rendono responsabile della morte della madre.

– Sostegno a distanza per chi
Bambini orfani o abbandonati, residenti in orfanotrofio, in strutture da noi create o in case-famiglia , a volte ricoverati in strutture di riabilitazione. Attraverso il sostegno a distanza si vuol garantire al bambino lʼalimentazione, lʼintervento in ambito sanitario, lʼistruzione, lʼeducazione e tutti quegli interventi collegati al suo ambito familiare e sociale, indispensabili per creare basi di vita più solide sulle quali edificare il proprio futuro. Il progetto si attua con un intervento diretto, sicuro, che garantisce lʼaiuto al bambino direttamente nel suo paese. Lʼaiuto viene coordinato dai nostri volontari sul posto in collaborazione con referenti locali di provata fiducia. Il sostegno a distanza permette, quando necessario, il soggiorno e le cure in strutture per lunghe degenze o per effettuare interventi chirurgici che diano autosufficienza ai bambini disabili.

– Il costo di un sostegno e la sua durata
Il costo annuale del sostegno è di 300 euro oppure di 600 euro, erogabili in una o più rate nel corso dellʼanno. Si preferisce intervenire su bambini che abbiano unʼetà compresa tra zero e 14 anni; dopo questa soglia si deciderà, in base alle condizioni del ragazzo e alla disponibilità di chi aiuta, se continuare o meno il sostegno.

– Rapporto tra lʼassociazione e lo “zio” che sostiene il bambino
Lʼassociazione si impegna a fornire due volte allʼanno le foto e le notizie aggiornate del bambino, tramite una scheda completa di tutti i dati. Può capitare che un bambino ritrovi una sua situazione di stabilità nellʼambito familiare, oppure che si trasferisca fuori dal paese o che, comunque, non abbia più bisogno del sostegno; in questo caso si propone a chi lo sosteneva un nuovo bambino. Ci sono spesso situazioni in cui nella stessa famiglia più bambini hanno bisogno del sostegno, in questo caso lo stesso bambino, che rappresenta lʼintera famiglia, verrà sostenuto da più persone, così da permetterci di far fronte alle esigenze anche degli altri fratellini. 

Vuoi sostenere un bambino a distanza? Scarica il nostro modulo , compilalo ed invialo allʼassociazione; sarai contattato al più presto!